Budapest

Click here for the English version!

Ciao a tutti! Voglio condividere alcune foto di una delle più affascinanti città dell’Europa dell’est di nome Budapest. Il centro culturale in cui lavoro a Lipsia, Moritzbastei, è membro di Trans Europe Halles, una grande rete che mette in collegamento centri culturali provenienti da tutta l’Europa in modo da scambiare idee, opioni, contatti, prendere parte a seminari e così via. Ci sono due meeting all’anno, ogni volta in una città differente. Il primo incontro a cui ho preso parte ha avuto luogo a Plzeň, in Repubblica Ceca. L’ottantesimo meeting, invece, si è svolto a Budapest.

La cosa peculiare di questi incontri è che non vedi la città in maniera tradizionale. Lo scopo non è infatti quello di fare il turista ma di partecipare ai seminari e agli incontri. Quindi si riesce a vedere la città prima o dopo gli incontri. Dunque, la prima cosa che ho visto a Budapest non è stato il parlamento ma il centro culturale ospitante chiamato Bakelit, che si trova nella zona industriale della città:

Bakelit era una volta un complesso industriale che è diventato centro culturale nel 1999. È specializzato in danza e teatro contemporaneo. Proprio di fronte si trova un complesso abbandonato che ho visitato con i miei colleghi durante la pausa pranzo. Il pensiero comune con gli altri partecipanti era lo stesso: a volte questi posti sono più affascinanti delle classiche mete turistiche, perché l’immaginazione comincia a lavorare e si pensa a quello che era o a quello che questo posto potrebbe diventare:

Potrebbe diventare una sala concerti, un palco, una galleria contemporanea, qualsiasi cosa. E camminando lì, tra quelle stanze abbandonate, ascoltando il silenzio di quelle mure, mi sentivo davvero bene.

Concluderò questo breve post con la Budapest che tutti conoscono.Questo è più o meno quello che ho visto della città: le classiche viste, il mercato, Budapest by night e altro ancora (a proposito, se andate a Budapest dovete per forza andare a questo runpub di nome Szimpla. Lo so, è il più famoso e il più turistico ma c’è un miscuglio di cose così assurdo che bisogna per forza vedere). Spero vi piacciano!

Dettagli del viaggio:
Colonna sonora: The Dark Side of the Moon, Pink Floyd
Libri: Underground, Haruki Murakami

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...