Traduzione di “Funeral Blues” di W. H. Auden

Per un corso che sto seguendo mi sono ritrovato a tradurre i celebri versi di Funeral Blues di W. H. Auden (sì, quella di Quattro matrimoni e un funerale di Mike Newell). Tradurre è sempre una bella sfida, ma quando si tratta di tradurre poesia la difficoltà aumenta in modo esponenziale. Ecco il testo originale:

Stop all the clocks, cut off the telephone,
Prevent the dog from barking with a juicy bone,
Silence the pianos and with muffled drum
Bring out the coffin, let the mourners come.

Let aeroplanes circle moaning overhead
Scribbling on the sky the message He Is Dead,
Put crepe bows round the white necks of the public doves,
Let the traffic policemen wear black cotton gloves.

He was my North, my South, my East and West,
My working week and my Sunday rest,
My noon, my midnight, my talk, my song;
I thought that love would last for ever: I was wrong.

The stars are not wanted now: put out every one;
Pack up the moon and dismantle the sun;
Pour away the ocean and sweep up the wood.
For nothing now can ever come to any good.

Questa che segue è la mia versione. In traduzione si parla sempre di loss & gain, qualcosa si perde, qualcosa si guadagna. Ho deciso di lasciare qualcosa per la via e cercare di ricreare il ritmo originale della poesia, prediligendo l’aspetto sonoro. O almeno, ci ho provato:

Fermate le lancette, tagliate del telefono i fili,
che il cane ad abbaiare non si ostini,
che non suoni il piano e che con ritmo sommesso
si porti fuori la bara, venga chi dal pianto è oppresso.

Volino gli aerei piangendo lassù
scarabocchiando il messaggio Lui Non C’è Più,
Ponete nastri alle colombe da celebrazione,
fate indossare alle guardie neri guanti di cotone.

Era per me il nord, il sud, l’oriente e l’occidente,
una settimana di lavoro e la domenica dormiente,
il mio meriggio, la mia mezzanotte, il mio canto, il mio discorso;
credevo che l’amore durasse per sempre: avevo torto.

Le stelle non son più desiderate: spegnete ogni bagliore;
Mettete via la luna e smantellate il sole;
svuotate l’oceano ed abbattete il bosco.
Giacché il mondo sarà ora un luogo fosco.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...